Home Videos CASTELLO DI GROPPARELLO, taverna medievale e parco delle fiabe

La prima TV on-line del gusto in Europa!

Siamo stati i primi a credere nella costanza e nella qualità giornalistica dei servizi tivù su internet

Banner
Banner

 

Ruchè, il Piemonte fa largo ai giovani

Ad alcuni la parola Ruchè potrebbe dire poco. Per Franco Morando, ultima generazione della famiglia leader nel petfood in Italia, e direttore dell'azienda Montàlbera, questo vitigno rappresenta una scommessa: fare conoscere al mercato un vino rosso piemontese fruttato, piacevole, moderno ma dotato di una storia affascinante.

...

Leggi tutto... >>

 


Banner

Bari sotterranea

 

Bari, mosaici e cimeli di epoche remote sotto la sua 'pelle'

Un nuovo mondo che non ti aspetti si schiude in ampie sale ben illuminate e fruibili dal pubblico di ogni età. Viaggio sotterraneo alla scoperta di una delle città più belle dello Ionio

 


Il nuovo libro di Caprarica fra teste coronate e menù reali

di Betty Colace de Falco

MILANO - Nel suo nuovo libro “Il romanzo dei Windsor, amori intrighi e tradimenti in trecento anni di favola reale” il giornalista e scrittore  Antonio Caprarica, che dal 2010 è ritornato a dirigere la sede Rai di Londra

Leggi tutto... >>

 


Banner
Banner
Banner
Banner

 

PRESENTATE UFFICIALMENTE LE NUOVE DIVISE DEGLI CHEF DI CASA REALE CERNETIC

Il team internazionale di cuochi 'griffati' Ristoworld indossa da oggi le nuove eleganti divise con le cifre intrecciate della Casa Reale Cernetic di Montenegro. Sono circa 3000 in Italia e nel mondo.


 

AIR DOLOMITI

Air Dolomiti inaugura il servizio di bordo ecosostenibile grazie ai nuovi contenitori biodegradabili

Air Dolomiti, Compagnia aerea italiana del Gruppo Lufthansa, ha iniziato a servire i propri menù di bordo in contenitori ecocompatibili.

Leggi tutto... >>

CASTELLO DI GROPPARELLO, taverna medievale e parco delle fiabe

admin » 12pm - February 16, 2011

Il nome Gropparello ha la propria derivazione dal termine celtico "Grop" che indica un ostacolo naturale, di tipo roccioso: il castello, infatti, sorge in cima ad uno sperone roccioso, su uno strapiombo che domina il torrente Vezzeno, formando un orrido di circa 85 metri di altezza, rendendo il castello praticamente inespugnabile nei secoli. Il castello è stato edificato sulla sede di un castrum romano, posto a difesa della via per Velleia, nel 808 Carlo Magno assegna la giurisdizione sui terreni posti fra il Chero, il Riglio e il Vezzeno al vescovo Giuliano II di Piacenza. Fu al centro di una controversia tra il Capitolo della Cattedrale e la Mensa Vescovile e nel 840 fu assegnato a quest'ultima da Seufredo II allora vescovo di Piacenza. Nel medioevo il castello è terreno di scontro tra Guelfi e Ghibellini, rappresentando l'unica roccaforte guelfa nel territorio piacentino, e passa per le mani di molte famiglie: Fulgosio, Borri, Anguissola. Nel 1255 venne assediato e conquistato da Azzo Guidoboi per Oberto Pallavicino che lo riassediò nel 1560 senza riuscire a prenderlo. Nel XIV secolo la famiglia Fulgosi viene riportata come unica feudataria della roccaforte, che nel 1464 viene ceduta Galeazzo Campofregoso e nel 1508 passa al milanese Carlo Borri. Nel 1599 Ranuccio Farnese diviene proprietaro del castello ed idea un titolo ereditario, "conte di Gropparello", che viene donato alla famiglia Anguissola, che ne terrà il dominio fino all'inizio del XIX secolo. Nel 1869 viene acquistato dal conte Ludovico Marazzani-Visconti che affida il restauro all'architetto Camillo Guidotti, che con lo stile dell'epoca aggiunge strutture neogotiche. Con successivi passaggi arriva alla famiglia Gibelli, che lo apre al pubblico. Pur se composto di parti risalenti a epoche diverse ha l'aspetto compatto della roccaforte con doppia cinta muraria merlata, cortile, torri, torrione d'ingresso con ponte levatoio, mastio, camminamenti di ronda scavati nella roccia. Di forma irregolare le mura seguono il profilo scosceso dello sperone roccioso a picco sul torrente Vezzeno. Il mastio risale al XI secolo, il corpo di guardia al XIV, le parti residenziali al XVI. Il maniero è attualmente proprietà della famiglia Gibelli, che lo hanno trasformato in un'opportunità commerciale con l'apertura a visite guidate e la creazione di ambienti tematici per bambini. Nel parco che circonda il castello è stato aperto il primo parco emotivo italiano, dove, accompagnati da animatori, i bambini possono andare alla scoperta delle fiabe e dei miti nordici.

 
Banner
LUXE GOOD !

 

 

 

Il club seleziona e raggruppa dal 1999 i migliori giornalisti ed esperti a livello mondiale del settore vini, ristorazione, alberghi, ristopizza, turismo

Grazie alle sue sedi italiane ed estere, il Premio Gotha del Gusto International e i nostri réportage televisivi e giornalistici sono in grado di offrire una panoramica completa e obiettiva dell’universo agroalimentare e turistico-alberghiero.

“Anno 2010, per la tv su internet è l’era del sorpasso sulla televisione tradizionale”

The New York Times

Editoriale


 

HOTEL ELISEO, IL POSTO GIUSTO PER CERCARE RELAX E BENESSERE FRA LE ACQUE TERMALI DI MONTEGROTTO

a cura di Stefano di Montenegro

A due passi da Padova e Venezia, un piccolo-grande albergo per eleganza e qualità dei servizi, il tutto condito dalla buona cucina e gl’immensi vini di un territorio tutto da scoprire


Montegrotto (Padova) – Chiare, fresche e dolci acque.. E se al posto di ‘fresche e dolci’ mettessimo ‘calde, avvolgenti, saline’ come il mare che milioni...

Leggi tutto... >>

REGINA HOTEL BAGLIONI
(ROMA)

HOTEL DELL'ANNO 2014

PREMIO GOTHA DEL GUSTO

Dal Principato di Monaco

a cura di Stefania Vola

Montecarlo – “Sarà il più grande complesso della Costa Azzurra insieme a quello di St Tropez”, spiega Francesco Mitrano, il giocatore milanese e presidente fondatore del Monte Carlo Polo Club. “Da oltre vent’anni si cercava di metter su un torneo qui nel Principato, nemmeno Ranieri III ci era riuscito dopo numerosi tentativi, dato che lo spazio è poco e il progetto sembrava pura follia”

Leggi tutto... >>

 


ULTIME NEWS !

Siglato l'accordo di collaborazione con Ristoworld, l'associazione cuochi e professionisti della ristorazione

CATANIA - Un galà di un centinaio di chef intervenuti con consorti, collaboratori e amici ha fatto da cornice all'elegante Garden Hotel di Catania a una competizione culinaria che ha avuto il suo naturale e goloso gran finale nella cena con piatti tipici siciliani annaffiati dagli ottimi vini del territorio.

Leggi tutto... >>

Accademia del Gusto

Sedi e delegazioni

Monaco-Montecarlo, Torino, Roma, Firenze, Padova, Vicenza, Forlì, Brescia, Bologna, Bolzano, Catania, Marsala, Bonn (Germania), Chicago (USA), Belgrado (Serbia)